Contributi a fondo perduto: Citta’ di Avellino

Scritto il in News.

POR CAMPANIA FESR 2014 – 2020

ASSE X

P.I.C.S.

PROGRAMMA INTEGRATO CITTA’ SOSTENIBILE

“Avellino Smart per una città innovativa, sostenibile, competitiva ed inclusiva”

L’amministrazione Comunale di Avellino concede Contributi a Fondo Perduto fino al 70% della spesa ammissibile alle piccole imprese, commerciali, artigianali e di servizio che intendono investire per rigenerare ed incrementare la competitività imprenditoriale

OBIETTIVI DEL PROGETTO

 – animare e far rivivere il centro storico di Avellino;

– potenziare ed innovare le piccole imprese, commerciali, artigianali e di servizio;

 – incentivare la nascita di nuove attività;

 – promuovere la nascita di spazi di coworking, fablab e makerspace;

AREE DI INTERVENTO (Aree Target del P.I.C.S.)

– Centro Storico – Porta EST – Via F. Tedesco – Porta OVEST – Viale Italia

BENEFICIARI

 Le MICRO, PICCOLE E MEDIE IMPRESE costituite, che risultano essere, all’atto della presentazione della domanda di agevolazione, già iscritte nel Registro delle Imprese presso la Camera di Commercio, Industria, Artigianato e Agricoltura, che avviano o potenziano un’attività nelle strade che rientrano nelle aree di intervento

i PROMOTORI DI IMPRESA che intendano costituire una MICRO, PICCOLA O MEDIA IMPRESA,), e iscrivere la stessa nel Registro delle Imprese presso la Camera di Commercio, Industria, Artigianato e Agricoltura entro 45 gg. dalla data dell’eventuale comunicazione di ammissione all’aiuto richiesto.

Possono partecipare al presente bando anche le MICRO, PICCOLE E MEDIE IMPRESE che hanno già effettuato da non più di 24 mesi, a far data dalla pubblicazione del presente Bando, l’investimento relativo all’avvio o potenziamento di un’attività nelle strade del territorio comunale, purché ritenuto ammissibile e coerente con gli obiettivi del Bando

SPESE AMMISSIBILI

A. Progettazione e studi

B. Opere murarie ed assimilate

C. Impianti, macchinari ed attrezzature

D. Immobilizzazioni immateriali

E. Servizi reali

SPESE NON AMMISSIBILI

– le spese per le quali si è già usufruito di altra agevolazione pubblica;

– le imposte e tasse, ad eccezione degli oneri doganali se accessori al costo di beni ammissibili; – l’acquisto di scorte e le spese di funzionamento in generale dell’impresa;

– le commesse interne di lavorazione;

 – le spese per acquisto di macchinari usati;

– l’acquisto di beni relativi all’attività di rappresentanza;

 – le spese relative all’acquisto del suolo, di immobili o di altri beni, di proprietà di uno o più soci/associati del soggetto richiedente gli aiuti o di coniugi ovvero parenti o affini entro il terzo grado dei soci/associati stessi;

 – le spese relative a forniture, opere e servizi erogate da imprese e/o persone fisiche collegate, a qualunque titolo, con il richiedente.

DOTAZIONE FINANZIARIA PER MACROSETTORE

Artigianato, Commercio, Turismo”:

Euro 840.000,00

L’intensità massima degli aiuti è pari al 70% delle spese ammissibili.

 € 70.000,00 per il Turismo, Commercio ed Artigianato

L’importo minimo della quota di finanziamento pubblico non potrà essere inferiore a € 15.000,00

TEMPI PER PRESENTAZIONE DEL PROGETTO

07 ottobre 2019

TEMPI PER LA REALIZZAZIONE DEL PROGETTO

Il programma di spesa dovrà essere avviato entro 60 giorni dalla data di comunicazione dell’assegnazione del contributo e dovrà concludersi entro 12 mesi.

TUTTI I SOGGETTI INTERESSATI, PER QUALSIASI ULTERIORE INFORMAZIONE POSSONO RIVOLGERSI AGLI UFFICI DELLA CLAAI